RINNOVO PER L'UNIONE DEI COMUNI MONTIFERRU-SINIS: NUOVO NOME e NUOVO STATUTO

Data:

16 luglio 2018

Descrizione

L’Unione dei Comuni Montiferru-Sinis si rinnova e assume il nuovo nome di Montiferru-Alto Campidano: la scelta di cambio del nome è dovuta alla modifica della compagine territoriale dei paesi che ora vi aderiscono, dopo l’uscita di quei comuni che appartenevano al territorio del Sinis Dopo l’ingresso dei Comuni di Scano di Montiferro e Sennariolo, che sanciscono inoltre la ricomposizione territoriale della regione storica del Montiferru, e la fuoriuscita dei Comuni di Baratili San Pietro, San Vero Milis e Narbolia, l’assemblea dell’Unione ha individuato il nuovo nome dell’Ente e approvato il nuovo statuto dell’Unione adeguando ai dettami previsti dalla LR. 2/2016. Fanno dunque ora parte dell’Unione 11 Comuni (Bauladu, Bonarcado, Cuglieri, Milis, Nurachi, Santu Lussurgiu, Scano di Montiferro, Seneghe, Sennariolo, Tramatza e Zeddiani) con una popolazione totale di circa 16mila abitanti. A guidare l’Unione in qualità di presidente è stato rieletto il sindaco di Santu Lussurgiu Diego Loi mentre a fare parte della Giunta in qualità di assessori sono stati indicati i Comuni di Bauladu, Bonarcado, Cuglieri e Tramatza. Il Presidente successivamente, con propri decreti, ha conferito le deleghe: Maria Bastiana Moro (componente della Giunta dell’Unione delegata a rappresentare il Comune di Tramatza): Assessora alle Politiche Sociali, Scuola, Istruzione, Biblioteche; Davide Corriga (Sindaco del Comune di Bauladu): Assessore alla Cultura, Politiche Giovanili, Politiche Europee, Turismo e Promozione del Territorio; Francesco Pinna (Sindaco del Comune di Bonarcado): Assessore all’Ambiente, Attività Produttive e Produzioni Tipiche, Protezione Civile e Presidi del Territori; Gianni Panichi (Sindaco del Comune di Cuglieri): Assessore alla Sanità del Territorio, Sport e Tempo Libero, Infrastrutture e Viabilità Territoriale, Servizi al Cittadino, Servizio RR.SS.UU. Rimangono in capo al Presidente Diego Loi le deleghe sui seguenti temi: Bilancio, Organizzazione degli Uffici, Identità istituzionale, Programmazione territoriale e dello sviluppo del territorio, Politiche per il lavoro, Relazioni con la stampa e con il territorio. La nuova giunta dell’Unione rimarrà in carica 5 anni.

Pagina aggiornata il 23/02/2024