Comune di CuglieriComune di Cuglieri

Salta la barra di navigazione e vai ai contenuti

Vai al menu del sito



Sezioni del sito:

Vai su


Contenuti

Servizio Tributi

  • sede: Comune

Responsabile: DOTT.SSA MARIA S. PERRIA

Uffici

Orario di ricevimento del pubblico
dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00
martedì e giovedì dalle 15.30 alle 17.00

Attività
Si occupa della gestione dell’Imposta comunale sugli immobili, della Tassa rifiuti solidi urbani, della Tassa occupazione spazi ed aree pubbliche, pubblicità. Accertamenti.

TOSAP – Tassa Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche (Permanente e Temporanea)
La Tassa per l’occupazione di suolo pubblico è dovuta per l’occupazione, temporanea o permanente, di tutti gli spazi e le aree pubbliche, che appartengono al demanio o al patrimonio indisponibile del Comune, nonché delle aree di proprietà privata dove risulti regolarmente costituita una servitù di pubblico passaggio.
L’occupazione è temporanea quando ha una durata inferiore ad un anno e permanente quando ha una durata di almeno un anno ed ha carattere stabile, comporti o meno l’esistenza di manufatti o impianti.
L’occupazione di suolo pubblico, sia temporanea che permanente, deve essere autorizzata con apposita concessione.
Denuncia di occupazione
Chiunque intenda occupare nel territorio comunale una porzione di suolo pubblico o soggetto ad uso pubblico deve presentare domanda, su apposito modulo (vedi modulistica), per ottenere la concessione. Le occupazioni realizzate senza la concessione comunale sono considerate abusive.
Sono previste due tipologie di moduli, disponibili presso l’ufficio tributi e allegati al presente sito, a seconda delle diverse tipologie di occupazione del suolo.
Per la partecipazione a mercati settimanali e fiere, prima di presentare domanda per l’occupazione di suolo pubblico, è necessario munirsi della necessaria concessione di posteggio, rilasciata dall’ufficio SUAP del Comune;
Per le occupazioni permanenti di suolo pubblico i soggetti passivi devono presentare al Comune apposita denuncia,che va effettuata una sola volta, a meno che non ci siano variazioni.
La denuncia va effettuata entro 30 giorni dalla data di rilascio della concessione e comunque entro il 31 dicembre dell’anno di rilascio della concessione stessa. Il pagamento della tassa va effettuato entro la stessa data.
Per l’occupazione temporanea non occorre alcuna denuncia, ma va semplicemente presentata l’attestazione dell’avvenuto versamento della tassa.
Pagamento dell’imposta
Il pagamento deve essere effettuato mediante versamento a mezzo di c.c. postale n. 21354097, intestato Comune di Cuglieri.
Per le occupazioni permanenti il versamento va effettuato entro 30 giorni dal rilascio dell’atto di concessione o comunque entro il 31 dicembre dell’anno in corso. Per gli anni successivi al primo, il versamento deve essere effettuato entro il 31 gennaio.
Decadenza  della concessione
La concessione decade nel caso di:
mancato pagamento della tassa
Reiterate violazioni agli obblighi previsti nel regolamento comunale o nella concessione stessa
Violazione di norme di legge o regolamentari in materia di occupazione di suoli.
Tariffe
La tassa è graduata a seconda dell’importanza della porzione di suolo e calcolata in base alla superficie occupata e in base al tempo.
Esenzioni e agevolazioni
Sono esenti dalla tassa:
Le occupazioni temporanee per manifestazioni o iniziative a carattere politico, purchè l’area occupata non superi i 10 metri quadrati;
Le occupazioni realizzate con innesti o allacci a impianti di erogazione di pubblici servizi;
Le occupazioni con tende o simili, fisse o retrattili
Le occupazioni con passi carrabili.
 
Le seguenti agevolazioni, con eventuali riduzioni della tariffa ordinaria, si applicano:
Per le occupazioni effettuate con installazione di attrazioni, giochi e divertimenti dello spettacolo viaggiante la tariffa è ridotta dell’80%;
Per le occupazioni, permanenti o temporanee, di spazi sovrastanti o sottostanti il suolo la tariffa è ridotta del 30%;
Per le occupazioni realizzate per l’esercizio dell’attività edilizia, le tariffe sono ridotte del 50%;
Per le occupazioni realizzate da venditori ambulanti, pubblici esercizi e da produttori agricoli che vendono direttamente il loro prodotto, le tariffe sono ridotte del 50%.
Accertamento
Nei casi di omessa presentazione di denuncia e/o dei versamenti relativi alla Tosap, il Comune emette apposito avviso d’accertamento d’ufficio, in seguito al quale il soggetto passivo dovrà pagare, oltre alla tassa dovuta, sanzioni ed interessi.
 
TARSU – Tassa Smaltimento Rifiuti Solidi Urbani
La tassa smaltimento rifiuti solidi urbani è dovuta da chiunque occupa o utilizza locali e aree scoperte adibiti a qualsiasi uso (sono escluse le aree scoperte di pertinenza o accessorie di abitazioni civili, le aree a verde).
Presentazione della denuncia
Entro il 20 gennaio successivo alla data di inizio dell’occupazione o detenzione di un immobile, il contribuente deve presentare, presso l’ufficio tributi, una denuncia, usando apposito modulo, che si trova nella parte relativa alla modulistica, o comunicando i dati necessari personalmente all’ufficio tributi, che procede in presenza del contribuente;
Variazioni
Il contribuente dovrà denunciare ogni variazione di superficie o di utilizzo, sempre su apposito modulo, rilevabile nella parte dedicata alla modulistica, o direttamente presso l’ufficio tributi, usando le stesse modalità ed entro gli stessi termini della denuncia originale.
Cessazioni
La cessazione non avviene automaticamente con il cambio di domicilio o di residenza, ma presentando apposito modulo, che si può trovare nella parte relativa alla modulistica, da consegnare all’ufficio tributi, o direttamente presentandosi presso l’ufficio stesso.
La cessazione dell’occupazione o dell’utilizzo di locali ed aree decorre dal primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui è stata presentata la denuncia di cessazione.
In caso di mancata presentazione della denuncia nel corso dell’anno di cessazione, il tributo non è dovuto per le annualità successive se l’utente, che ha prodotto la denuncia di cessazione in ritardo, dimostri di non aver continuato l’occupazione o la detenzione dei locali o se la tassa sia stata pagata dall’utente subentrante.
Costi
L’importo della TARSU varia in base alla supeficie ed alla categoria dell’immobile.
Esclusioni dal campo imponibile
Non sono assoggettati alla tassa i seguenti locali ed aree che, per loro caratteristica e destinazione o per obiettive condizioni di non utilizzabilità nel corso dell’anno, non possono produrre rifiuti:
Locali riservati ad impianti tecnologici, quali cabine elettriche, vani ascensore, celle frigorifere, locali di essicazione e stagionatura, ove non si ha, di regola, presenza umana e/o attività di lavorazione;
Ripostigli, stenditoi, legnaie, cantine, soffitte e simili, limitatamente alle parti di tali locali con altezza non superiore a m.1,50;
La parte degli impianti sportivi riservata, di norma, ai soli praticanti, sia che detti impianti siano ubicati in aree scoperte che in locali;
Unità immobiliari prive di mobilio e suppellettili e di tutte le utenze (acqua, luce);
Fabbricati danneggiati, non agibili, in ristrutturazione, purchè tale circostanza sia confermata da idonea documentazione, fermo restando che il beneficio della non tassabilità è limitato al periodo di effettiva mancata occupazione dell’immobile;
Cave di areazione e corti interne sottratti all’uso abituale dei detentori dell’edificio;
Edifici adibiti ad attività di culto, nonché i locali connessi a tale attività.
Nella parte relativa alla modulistica è scaricabile il modulo da utilizzare nel caso di non utilizzabilità dei locali per inagibilità, ristrutturazione, immobile privo di utenze.
Riduzioni attività produttive
Nel caso di locali nei quali si producono sia rifiuti urbani che speciali, sono individuate le seguenti categorie di attività produttive di rifiuti speciali non assimilabili agli urbani, alle quali sono applicate le percentuali di riduzione, sull’intera superficie utilizzata per lo svolgimento delle attività, a fianco di ciascuna riportate:
  • Lavanderie a secco, tintorie non industriali                           15%
  • Laboratori fotografici, eliografie                                          15%
  • Autoriparatori, gommisti, elettrauto
  • Distributori di carburanti, carrozzerie                                   20%
  • Gabinetti medici, dentistici, radiologici e laboratori
  • Odontotecnici                                                                     15%
  • Laboratori di analisi, farmaceutici                                        15%
  • Autoservizi, autolavaggi, autorimessaggi                              10%
  • Pelletterie                                                                           15%
  • Verniciatura, ceramiche, smalterie                                       20%
  • Metal meccaniche, officine di carpenteria metallica              15%
  • Falegnamerie, vetroresine                                                    15%
  • Tipografie, stamperie, incisioni                                             20%
  • Marmisti, vetrerie                                                                15%
  • Edilizia                                                                                15%
  
E’ scaricabile, sempre nella parte relativa alla modulistica, il modulo da utilizzare per richiedere il discarico delle somme che si ritengono erroneamente iscritte a ruolo.

 

 
Home | Mappa del sito | Contatti | Credits | ConsulMedia 2010 | @ Comune di Cuglieri - Tutti i diritti riservati

Vai su